Ciclo integrato delle acque e depurazione, fondi per più di 75 milioni dalla Regione per i Comuni della fascia tirrenica

Dopo l’ordinanza del presidente della giunta regionale numero 9/2022, con la quale sono state avviate le procedure per lo smaltimento dei fanghi giacenti negli impianti di depurazione di 12 Comuni della fascia costiera tirrenica compresa tra Tortora e Nicotera (per un importo di quasi 2milioni e 400mila euro), e dopo un’altra ordinanza presidenziale, la numero 10/2022, con la quale sono stati finanziati interventi urgenti sugli impianti di depurazione e sui sistemi di sollevamento per 32 Comuni della stessa area (per un importo di 3milioni di euro), la Regione Calabria continua nella sua attività per garantire sistemi depurativo-fognari più efficienti e un mare sempre più pulito.

Il Dipartimento Ambiente e territorio, infatti, ha adottato un decreto con il quale è stato finanziato un programma di 151 interventi per complessivi 75.381.500 di euro per migliorare il ciclo integrato delle acque, e dunque per intervenire su reti idriche, su reti e collettori fognari, su impianti di sollevamento e di depurazione.

In particolare, per il comparto depurativo-fognario sono stati finanziati 94 interventi per complessivi 53.201.500 di euro, di cui 8 per 3.790.000 di euro ricadenti sulla fascia tirrenica, compresa tra Tortora e Nicotera (Comuni di Acquappesa, Belmonte Calabro, Santa Maria del Cedro, Briatico, Parghelia, Pizzo, Ricadi, Zambrone).

Fonte news e foto: Regione Calabria