Covid, cade la restrizione sulla capienza di aule e spazi d’ateneo: a Unical si torna a fruirli al 100 per cento

Da lunedì 13 giugno si potrà tornare a fruire di tutti gli spazi dell’Università della Calabria al 100 per cento della loro capienza. Lo stabilisce il nuovo decreto del rettore Nicola Leone, che cancella così un’ulteriore restrizione imposta dall’emergenza sanitaria.

Aule, laboratori, teatri, biblioteche, sale convegni, sedi associative, mense, musei: sarà possibile utilizzarli come avveniva in fase pre Covid. Gli studenti potranno tornare a vivere in pieno gli spazi del campus e le sedi delle associazioni e le sedute di laurea saranno di nuovo per tutti – familiari e amici – momenti di gioia da condividere senza limitazioni.

Con un’avvertenza, però. Resta infatti in vigore l’obbligo di indossare la mascherina, come strumento di tutela in un momento in cui il numero di contagi desta ancora preoccupazione e il rischio di diffusione di nuove varianti non è scongiurato. Una scelta peraltro già condivisa da diversi altri atenei.

Si mantiene inoltre l’obbligo di check-in all’ingresso di aule e spazi dell’ateneo, tramite app Smart Campus: l’efficacia mostrata in questi mesi nel tracciamento dei contatti si è rivelata preziosa per evitare il propagarsi di focolai di contagio.

Non cambierà nulla per lo svolgimento di esami e sedute di laurea: seguendo l’indicazione ministeriale che consente alle università di proseguire nella programmazione già stabilità, saranno confermate anche per la sessione estiva le modalità già in vigore. Esami e sedute di laurea quindi si svolgeranno in presenza, con la possibilità, in casi strettamente legati al Covid, di chiedere la modalità a distanza (tutti i dettagli sono consultabili nella sezione “Coronavirus” del sito d’ateneo, accedendo alle faq).

Il decreto rettorale – in vigore fino al 28 agosto – è disponibile nella sezione “Coronavirus” del sito.

Fonte news: Unical