Sibari, Biologi protagonisti al “Forum Mediterraneo per la gestione ecosistemica”. Focus sul Golfo di Corigliano

Battenti aperti, a Sibari (Cosenza), per il “Forum Mediterraneo per la Gestione Ecosistemica Integrata“, una due giorni (12 e 13 maggio) di incontro e confronto organizzata nell’ambito del MED4EBM (acronimo di “Mediterranean Forum For Applied Ecosystem-Based Management“), progetto di partenariato finanziato dal programma ENI CBC MED (2014-2020), con lo scopo di promuovere, appunto, la Gestione Ecosistemica (EBM) integrata delle zone costiere e marine (ICZM)  di quattro paesi del Mediterraneo e del Mar Rosso, ovvero Giordania, Libano, Tunisia e Italia.

FOCUS PROMOSSO DA ASSOCIAZIONE AMICI DELLA TERRA
Il forum è stato promosso dall‘Associazione Amici della Terra Onlus, che è partner del progetto MED4EBM, con lo scopo di coinvolgere stakeholder e attori locali sulla gestione ecosistemica delle aree costiere dei quattro paesi interessati, attraverso workshop partecipativi e con il supporto di strumenti tecnologici innovativi.

FOCUS SUL GOLFO DI CORIGLIANO
In particolare, nella tappa del 13 maggio, la gestione integrata del Golfo di Corigliano (Cosenza) è stata al centro del dibattito al quale hanno preso parte, in maniera attiva, anche i Biologi. In particolare, tra i relatori, ha preso la parola il dott. Giovanni Misasi, già coordinatore della Commissione Ambiente, Paesaggio e Territorio dell’Ordine dei Biologi della Calabria. Nel suo intervento, il “camice bianco” calabrese ha posto l’attenzione “sulla tutela della risorsa dell’acqua e sul discorso dei nitrati”, invitando a “concentrarsi su quello che realmente c’è da fare sui territori”.