Bandiere Blu: altre due in Calabria. Sono 17 con Caulonia e Isola di Capo Rizzuto

Sale a 17 (due in più rispetto al 2021) il numero delle località della Calabria insignite della “Bandiera Blu“, la prestigiosa attestazione della Fondazione per l’educazione ambientale (Fee) che ha sede in Danimarca, assegnata ai Comuni rivieraschi e ai porti turistici che raggiungono alti standard nella qualità delle acque e dei servizi. Lo scorso 10 maggio è infatti toccato a Caulonia (Reggio Calabria) e Isola di Capo Rizzuto (Crotone) potersi fregiare dell’ambito riconoscimento. I due Comuni calabresi vanno ad aggiungersi a Tortora, Praia a Mare, San Nicola Arcella, Santa Maria del Cedro, Diamante, Roseto Capo Spulico, Trebisacce e Villapiana (Cosenza); Cirò Marina e Melissa (Crotone); Sellia Marina e Soverato (Catanzaro); Tropea (Vibo Valentia); Roccella Jonica e Siderno (Reggio Calabria). I criteri per l’assegnazione della Bandiera Blu riguardano parametri come validità delle acque di balneazione, efficienza della depurazione e della gestione dei rifiuti, aree pedonali, piste ciclabili, arredo urbano, aree verdi, servizi in spiaggia, abbattimento delle barriere architettoniche, corsi d’educazione ambientale, strutture alberghiere, servizi d’utilità pubblica sanitaria, informazioni turistiche certificazione ambientale delle attività istituzionali e delle strutture turistiche, pesca sostenibile.