Pnrr, Ecosistema dell’Innovazione di Calabria e Basilicata tra i migliori d’Italia

L’Università della Calabria insieme con quella della Basilicata, sarà sede dell’hub di uno degli 11 Ecosistemi dell’Innovazione finanziati in Italia dal Pnrr, con l’obiettivo di trasferire sul territorio competenze d’avanguardia e saperi d’eccellenza per favorirne lo sviluppo. Il progetto è nato dalla collaborazione tra gli atenei statali delle due regioni e le sedi Cnr, e il coinvolgimento di un’ampia rete di soggetti pubblici e privati. Nei giorni scorsi è arrivata, la valutazione del ministero dell’Università e della Ricerca, che ha promosso l’iniziativa calabro-lucano con un punteggio altissimo: la seconda migliore d’Italia, preceduta di un solo punto da quella arrivata dall’Emilia Romagna. Seguono invece i progetti di Lombardia, Toscana, Piemonte, Lazio, Veneto. Non solo: la proposta dell’Unical è al primo posto assoluto sia per quanto riguarda gli obiettivi e la qualità scientifica del programma di ricerca che – a pari merito con Bologna e Sassari – per l’impatto atteso sul territorio (qui la graduatoria finale). Quattro in tutto gli ecosistemi approvati al Sud: oltre a quello Calabria-Basilicata, hanno superato la valutazione Sardegna, Abruzzo-Marche-Umbria e Sicilia.
Ora si passa alla Fase 2 della procedura, con l’invio della proposta integrale, e alla negoziazione con la commissione ministeriale, per la definizione precisa del contributo, che potrà concedere fino a 120 milioni di euro dei 137 di investimento complessivo.
Nell’ambito del progetto, che impegnerà oltre 850 docenti e ricercatori, sarà anche reclutato nuovo personale. In particolare è prevista l’assunzione di 163 ricercatori a tempo determinato e l’attivazione di 113 posti di dottorato industriale.

Fonte news: Unical (clicca per maggiori informazioni)